Rumori molesti, non sempre si ha diritto al risarcimento

Ogni amministratore nella sua lunga o breve esperienza avrà fatto i conti con il problema della convivenza tra condomini : ticchettio dei tacchi fino a notte inoltrata, musica alta tenuta dal vicino e non ultimo l’abbaiare dei cani lasciati troppe ore soli in casa. Si tratta dei cosiddetti rumori molesti.

In molte circostanze l’amministratore di turno è impotente di fronte a tali eventi e spesso è anche incompreso da parte di chi lo vorrebbe “giustiziere”, ma in realtà quasi mai ha responsabilità; spesso infatti non ha nemmeno il diritto di intervenire e comunque non ha strumenti efficaci per ottenere il risultato sperato.

Leggi tutto “Rumori molesti, non sempre si ha diritto al risarcimento”