La Piscina Condominiale

La Piscina CondominialeLa piscina condominiale e in particolare la sua istallazione, rappresenta una innovazione, che necessita dell’approvazione dell’assemblea con la maggioranza degli intervenuti che rappresentino i due terzi dell’edificio (art. 1120 c.c., 1° co.).

E’ comunque sempre bene visionare il regolamento di condominio per comprendere se vi sono norme contrarie, il bene infatti, ai sensi dell’art. 1117 c.c., viene considerato comune ed occorre accertarsi che l’innovazione non pregiudichi il godimento della cosa comune anche ad un solo condomino.

Leggi tutto “La Piscina Condominiale”

quando il condominio non vuole ristrutturare

quando il condominio non vuole ristrutturareNon di rado, capita di trovarsi ad amministrare condomini dove sono necessari lavori di ristrutturazione, ma i condòmini non riescono a trovare un accordo e di conseguenza i lavori non vengono deliberati dall’assemblea. Il problema è che l’amministratore deve tutelarsi nel caso di eventuali danni a cose o persone, come può accadere per esempio nel caso di eventuali distacchi di calcinacci.

Leggi tutto “quando il condominio non vuole ristrutturare”

Si può creare una servitù fra due condomìni?

Si può creare una servitù fra due condomìni?

La giurisprudenza in materia condominiale ci pone spesso di fronte a casi che superano la più fervida tra le immaginazioni, è questo il caso di un condomino, proprietario di due balconi, situati in due edifici distinti, che aveva messo in comunicazione i due manufatti, senza nessuna autorizzazione.

“FOTOGRAFO”… IN CONDOMINIO

La realtà della vita condominiale ci presenta dei casi davvero singolari, che devono farci riflettere in quanto possono assumere anche connotati grotteschi, al limite dello Stalking o di possibili violazioni della  privacy.

Ecco il caso: due condòmine si accorgono di essere fotografate da un presunto “maniaco” del teleobiettivo, che ossessionato dal rispetto delle regole condominiali era solito scattare foto per documentare eventuali infrazioni.

Leggi tutto ““FOTOGRAFO”… IN CONDOMINIO”

Rumori molesti, non sempre si ha diritto al risarcimento

Ogni amministratore nella sua lunga o breve esperienza avrà fatto i conti con il problema della convivenza tra condomini : ticchettio dei tacchi fino a notte inoltrata, musica alta tenuta dal vicino e non ultimo l’abbaiare dei cani lasciati troppe ore soli in casa. Si tratta dei cosiddetti rumori molesti.

In molte circostanze l’amministratore di turno è impotente di fronte a tali eventi e spesso è anche incompreso da parte di chi lo vorrebbe “giustiziere”, ma in realtà quasi mai ha responsabilità; spesso infatti non ha nemmeno il diritto di intervenire e comunque non ha strumenti efficaci per ottenere il risultato sperato.

Leggi tutto “Rumori molesti, non sempre si ha diritto al risarcimento”

Divieto di Bed & Breakfast: necessità della trascrizione in conservatoria

Divieto di Bed & Breakfast: La recente sentenza della Cassazione n. 21024/16, parte da una vicenda che vede due condomini di un condominio di Palermo impugnare una delibera assembleare, che con la maggioranza qualificata di cui all’art. 1136 c.c., aveva integrato il regolamento condominiale, inserendovi un articolo che vietava ai partecipanti di destinare le unità singole a case-famiglia, bed and breakfast, pensioni, alberghi o affittacamere.

Leggi tutto “Divieto di Bed & Breakfast: necessità della trascrizione in conservatoria”

Animali domestici nel condominio

animali domestici nel condominioLe liti giudiziarie riguardano molto spesso l’accesso degli animali domestici negli spazi comuni, quali scale, ascensori e cortili.

La nuova legge n. 220/12, secondo la quale “le norme del regolamento condominiale non possono vietare di possedere o detenere animali da compagnia”, comporta oltre al diritto di detenere un animale nella propria casa, anche il diritto all’utilizzo delle parti comuni, tanto è vero che qualsiasi delibera condominiale contenente disposizioni di divieto in tal senso, può essere annullata presentando ricorso al giudice di pace nel termine dell’art. 1137 c.c.

Leggi tutto “Animali domestici nel condominio”

Il condominio parziale: la legittimazione processuale

condominio parziale
condominio parziale

Il condominio parziale, si realizza qualora un condominio  sia  composto da impianti dotati di autonomia;  si tratta di una creazione puramente giurisprudenziale, non prevista dal codice civile.

La Corte di Cassazione (Cass. 27.2.1995 n.7885; 2.2.1995 n.1255; 12.02.2001 n.1959) ha specificato che “ l’esistenza del condominio parziale è ritenuta possibile sia dalla dottrina che dalla giurisprudenza allorché all’interno del c.d. condominio allargato talune cose – qualificate come comuni ex art. 1117 c.c. – siano per oggettivi caratteri materiali e funzionali necessarie per l’esistenza o per l’uso, ovvero siano destinate all’uso o al servizio, non di tutto l’edificio, ma di una sola parte o di alcune unità abitative di esso “.

Leggi tutto “Il condominio parziale: la legittimazione processuale”

Caduta di intonaco, responsabilità dell’amministratore.

caduta di intonaco
caduta di intonaco

Rifacendoci ad un caso concreto, un amministratore di condominio era stato giudicato responsabile penalmente ex art. 40 e 590 c.p. sia dal Giudice di Pace che d’Appello, in quanto titolare di una posizione di controllo, per non aver impedito l’evento dannoso, determinatosi con la caduta di intonaco, pur avendone l’obbligo giuridico.  Leggi tutto “Caduta di intonaco, responsabilità dell’amministratore.”

acqua condominiale : Il contatore è necessario !!!

acqua condominiale

La ripartizione delle spese per il consumo dell’ acqua condominiale, fatta salva ogni diversa previsione del regolamento contrattuale, in mancanza di contatori installati in ogni singola unità immobiliare, va effettuata, in base all’art.1123 del cod. civ., comma 1, cioè in base ai valori millesimali delle singole proprietà. Leggi tutto “acqua condominiale : Il contatore è necessario !!!”

Le innovazioni nel condominio

Le innovazioni nel condominio: es. di ascensore esterno
Le innovazioni nel condominio: es. di ascensore esterno

Per innovazioni, così come disciplinate dagli art.1120 e 1121 del cod.civ. e  riformate dalla l. n. 220/2012 e dalla l. n.9/2014, si intende definire tutte quelle opere che costituiscono un “ opus novum” o un “quid novi”, che cioè modificano completamente o in parte la cosa comune, alterandone la consistenza, la destinazione e di conseguenza il godimento da parte dei singoli partecipanti al condominio, anche se tale alterazione comporta un miglior utilizzo della parte modificata.

Leggi tutto “Le innovazioni nel condominio”

Lastrico solare e balconi: chi paga?

lastrico solare

Il lastrico solare è il manufatto di copertura dell’edificio, normalmente impermeabilizzato, che può definirsi una struttura piana a copertura dello stesso. (Usato per stendere la biancheria, solarium, ecc.).

Il lastrico ai sensi dell’art. 1117 c.c. è oggetto di proprietà comune dei diversi proprietari, ove non risulti il contrario in modo chiaro ed univoco dal titolo (atto di acquisto singole unità immobiliari, nonché regolamento di condominio accettato dai singoli condomini).

Se di natura comune, tutte le spese di manutenzione, riparazione, sostituzione, saranno addebitate pro quota a tutti i condomini in base alle tabelle millesimali.

Leggi tutto “Lastrico solare e balconi: chi paga?”